ROMA - La Corte di appello di Roma, ieri sera, ha nuovamente respinto l'ammissione della lista Pdl per le elezioni regionali che si terranno i prossimi 28 e 29 marzo. La lista del partito del premier italiano Silvio Berlusconi, che era stata presentata lunedì scorso in seguito al decreto legge "salva-liste", è stata rigettata con le stesse motivazioni per le quali non era stata accolta dall'Ufficio elettorale del Tribunale di Roma. "Mancava la prescritta documentazione", ha spiegato il responsabile elettorale del Popolo della libertà Ignazio Abrignani.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.