Navigation

Italia: giocatore del Palermo rapinato, minacciato con una pistola

Questo contenuto è stato pubblicato il 17 febbraio 2011 - 09:49
(Keystone-ATS)

Dopo Cavani e Bertolo, i calciatori sudamericani rapinati due anni fa a Palermo, nel mirino dei banditi è finito Abel Hernandez, 20 anni. L'attaccante uruguayano dei rosanero, al termine dell' allenamento, mentre si trovava sulla propria auto con un'amica, è stato derubato.

Hernandez, come scrive il Giornale di Sicilia, con uno stratagemma sarebbe stato costretto a scendere dalla propria vettura, quindi è stato bloccato da una persona su una moto (ma i banditi a quanto sembra erano in due) che gli ha puntato la pistola in bocca, gridandogli di svuotare le tasche.

Ad Hernandez sono stati rubati soldi e un bracciale di diamanti ed un paio di orecchini della donna che era con lui. Tornato a casa, il calciatore ha presentato una denuncia contro ignoti, quindi avrebbe confessato al proprio procuratore di non voler più rimanere a Palermo.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.