Navigation

Italia: governo Berlusconi ottiene fiducia

Questo contenuto è stato pubblicato il 14 ottobre 2011 - 15:01
(Keystone-ATS)

La Camera italiana ha confermato la fiducia al governo Berlusconi. I voti a favore sono stati 316, 301 i contrari. La maggioranza richiesta era di 309 voti. I votanti in tutto sono stati 617. Il risultato è stato accolto da un forte applauso dai deputati di maggioranza.

Con l'ottenimento di 316 sì al voto di fiducia, il governo si è assicurato la maggioranza assoluta della Camera che conta 630 deputati. Seppur di un solo voto, dunque, l'Esecutivo si è dimostrato autosufficiente, tanto da rendere ininfluente al fine del raggiungimento del numero legale (strategia portata avanti dalle opposizioni fino ad oltre la metà della seconda chiama) la partecipazione al voto dei radicali che non hanno seguito le indicazioni del loro gruppo di appartenenza (il Pd).

"Abbiamo sventato l'agguato che hanno tentato di portarci per non farci raggiungere il numero legale, secondo un trucco del più bieco vecchio parlamentarismo", ha affermato il premier italiano Silvio Berlusconi parlando con i giornalisti dopo il voto. "Siamo pronti a ripartire con la finanziaria e abbiamo di fronte tagli dolorosi per i ministeri. Tagli di cui discuteremo perché ciascuno cercherà di ridurre i suoi", ha aggiunto Berlusconi.

L'esito della votazione alla Camera è stato accolto con un lancio di uova da parte dei giovani "indignati" che hanno organizzato una protesta con un sit-in in piazza Montecitorio. I manifestanti - tenuti d'occhio dalle forze dell'ordine - hanno urlato "vergogna" e "ci vediamo in piazza domani".

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?