Navigation

Italia: mafia, chiesti 9 anni per ex generale Carabinieri

Questo contenuto è stato pubblicato il 24 maggio 2013 - 15:53
(Keystone-ATS)

Il pubblico ministero Nino Di Matteo ha chiesto la condanna a nove anni di carcere per l'ex generale dei carabinieri Mario Mori, e sei anni e sei mesi per il colonnello Mauro Obinu. Entrambi sono imputati di favoreggiamento alla mafia.

Per entrambi gli imputati, Di Matteo ha chiesto anche l'interdizione perpetua dai pubblici uffici sollecitando i giudici della quarta sezione del tribunale, che celebrano il processo, a valutare "la gravità delle condotte contestate ai due ufficiali".

Mori e sono accusati di avere favorito la latitanza del boss Bernardo Provenzano in nome della trattativa che pezzi dello Stato, dal 1992, avrebbero stretto con la mafia.

Condannando gli imputati, "si renderà onore alla verità e al sacrificio di tanti uomini dello Stato, di tanti carabinieri, che affrontano i rischi del loro lavoro senza compromessi", ha detto il magistrato.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo