Navigation

Italia, pacchi bomba: costruiti con la stessa tecnica

Questo contenuto è stato pubblicato il 28 dicembre 2010 - 17:00
(Keystone-ATS)

ROMA - Gli ordigni recapitati prima di Natale alle ambasciate di Svizzera e Cile e ieri a quella della Grecia, potrebbero essere stati confezionati con identica tecnica da un unico gruppo.
È questa la convinzione degli investigatori i quali stanno ancora approfondendo le indagini attraverso l'esame dei residui delle bombe esplose nelle ambasciate di Svizzera e del Cile, ma soprattutto sull'ordigno fatto recapitare all'ambasciata greca e non esploso per puro caso.
Gli investigatori sono anche convinti che i pacchi siano partiti tutti dall'Italia e che ormai gli attentatori abbiano concluso le spedizioni anche se nella rivendicazione dei giorni scorsi si faceva riferimento a Messico, Spagna e Argentina.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo