Navigation

JPMorgan: utile secondo trimestre +13% a 5,4 mld dlr, batte stime

Questo contenuto è stato pubblicato il 14 luglio 2011 - 13:25
(Keystone-ATS)

JPMorgan archivia il secondo trimestre 2011 con un utile netto in crescita del 13% a 5,43 miliardi di dollari. L'utile per azione è pari a 1,27 dollari, scrive Bloomberg, superiore alle stime degli analisti che avevano previsto un utile di 1,21 dollari ad azione.

A migliorare i conti della banca americana ha contribuito in parte il ridimensionamento delle sofferenze con la conseguente riduzione, nella misura di un miliardo di dollari, degli accantonamenti a copertura di eventuali perdite su carte di credito e prestiti.

Il risultato del secondo trimestre 2011 si raffronta ai 4,8 miliardi di dollari di utile registrato nello stesso periodo 2010 (pari a 1,09 dollari per azione) e segue il record di profitti messo a segno nei primi tre mesi di quest'anno a 5,56 miliardi di dollari (1,28 dollari per azione).

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.