Navigation

Kosovo: Nato, a nord alto potenziale violenza

Questo contenuto è stato pubblicato il 06 settembre 2011 - 20:05
(Keystone-ATS)

Il comandante della Kfor (Forza Nato in Kosovo), il generale tedesco Erhard Buehler, ha detto oggi che la situazione nel nord del Kosovo è ancora caratterizzata da un potenziale di violenza molto alto per il persistere di strutture estremiste e criminali.

"La situazione si è calmata (rispetto a luglio, ndr), ma dobbiamo ancora instaurare un certo grado di sicurezza", ha detto Buehler in una conferenza stampa a Pristina per la fine del suo mandato di 1 anno.

Al nord, estremisti e criminali vanno separati dalla maggioranza della popolazione, che desidera pace e stabilità. "Ma i criminali, ha osservato, non vogliono perdere le loro posizioni, il denaro non è disponibile nella misura in cui lo era prima e diventa sempre più difficile per loro finanziare le strutture radicali e estremiste".

La lotta alla violenza e alla criminalità nel nord del Kosovo, ha aggiunto Buehler, sarà uno dei compiti principali che avrà il suo successore, l'altro generale tedesco Erhard Drews, che si insedierà nei prossimi giorni.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?