Navigation

Lady Gaga: al liceo ero esclusa dalle feste

Questo contenuto è stato pubblicato il 05 marzo 2012 - 19:16
(Keystone-ATS)

Studentessa modello, ma esclusa dalle feste e persino gettata nel bidone della spazzatura: la vita da liceale si può trasformare in un incubo per chi ha la sfortuna di essere preso di mira dai compagni. E può succedere non solo ai comuni mortali, ma anche ad una super-star come Lady Gaga. In un'intervista al "Seattle Times", Gaga ha confessato di aver sopportato cattiverie di ogni genere durante gli anni del liceo, tanto che non voleva più andare a scuola per il terrore di essere sbeffeggiata.

"Mi chiamavano in modo orribile davanti a tutti, al punto che non volevo più recarmi a lezione perché mi vergognavo, nonostante avessi ottimi voti", ha raccontato la cantante, che mercoledì scorso ha inaugurato la sua fondazione "Born this Way" contro il bullismo, salendo in cattedra niente meno che all'università di Harvard.

Ma le cicatrici sono dure da cancellare, anche per una persona di successo come lei. Lo ha confermato anche la madre di Gaga, Cynthia Germanotta, ricordando quanto era doloroso per la figlia quando i suoi compagni di scuola organizzavano una festa e la escludevano di proposito.

Il passato della cantante ha avuto sicuramente un ruolo importante nella decisione di scendere in campo contro il bullismo tra i giovani, ma lei stessa ha dichiarato che la fondazione non rappresenta una vendetta per le sue esperienze personali, quanto piuttosto l'occasione per "diventare un'esperta di giustizia sociale e mobilitare milioni di giovani per cambiare il mondo".

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?