Navigation

Le FFS in "massima allerta" per il freddo del prossimo week-end

Questo contenuto è stato pubblicato il 31 gennaio 2012 - 15:41
(Keystone-ATS)

Le FFS sono in "massima allerta" per l'ondata di freddo annunciata per il fine settimana e mobiliteranno 360 persone supplementari per garantire il buon andamento del traffico. Lo ha detto all'ats il portavoce Frédéric Revaz.

La loro incombenza - ha precisato Revaz - sarà rompere il ghiaccio che potrebbe formarsi nelle gallerie, sbloccare gli scambi con il cannello ossidrico e sgomberare la neve dai marciapiedi nelle stazioni. Il materiale rotabile e le infrastrutture - ha aggiunto - sono concepiti per resistere a temperature fino a 20 gradi sotto lo zero. Sui 10'000 scambi della rete svizzera 6800 sono riscaldati.

L'orario cadenzato, con il passaggio ripetuto e regolare di convogli, aiuta poi a contrastare la formazione di ghiaccio sulla linea di contatto e riduce gli effetti delle nevicate. Il freddo non comporterà rinvii di grandi lavori di manutenzione dei binari, perché non ne sono previsti durante l'inverno.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?