Navigation

Libera circolazione: aumentato numero infrazioni nel 2010

Questo contenuto è stato pubblicato il 03 maggio 2011 - 10:16
(Keystone-ATS)

Dalle verifiche effettuate l'anno scorso è risultato che il 38% delle imprese dell'Ue che hanno distaccato lavoratori in Svizzera nel 2010 non hanno rispettato le condizioni salariali fissate nei contratti collettivi di lavoro (CCL) di obbligatorietà generale, indica stamane la Segreteria di Stato dell'economia (SECO).

Il numero di infrazioni è superiore rispetto al 2009. L'aumento si spiega con l'estensione dei controlli sull'esecuzione delle misure d'accompagnamento alla libera circolazione delle persone, indica la SECO.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?