Navigation

Libia: Al Jazira; vicepresidente CNT, "mi dimetto"

Questo contenuto è stato pubblicato il 22 gennaio 2012 - 15:34
(Keystone-ATS)

Il vicepresidente del Consiglio Nazionale di Transizione (CNT) libico, Abdel Hafiz Ghoga, ha annunciato le sue dimissioni alla tv panaraba al-Jazira. "Ho scelto di dimettermi - ha dichiarato in una telefonata all'emittente - nell'interesse della nazione".

Facendo seguito a una serie di manifestazioni che in questi giorni lo hanno preso di mira, anche fisicamente, Abdel Hafiz Ghoga ha spiegato ad al-Jazira: "Le mie dimissioni in questo momento sono necessarie".

E ha aggiunto che, non essendoci più il consenso necessario "ai più alti interessi nazionali" e prevalendo "l'atmosfera di incertezza e odio, non voglio" che lo scontro "sulla mia persona continui e danneggi il CNT" e la sua operatività.

Ghoga è stato più volte accusato di essere "un opportunista" dai manifestanti che gli hanno a più riprese ricordato di essere stato per anni tra i più stretti collaboratori del colonnello Muammar Gheddafi, rovesciato e ucciso proprio dai ribelli del CNT con il determinante appoggio della NATO.

Giovedì scorso Ghoga era stato insultato e aggredito all'università di Ghar Yunes, a Bengasi, dove era andato per partecipare a una cerimonia in memoria dei "martiri della rivoluzione" che hanno eliminato il rais.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?