Navigation

Libia: Gheddafi, sono a Tripoli, lotterò fino a fine

Questo contenuto è stato pubblicato il 23 agosto 2011 - 17:05
(Keystone-ATS)

Uno scacchista russo ha detto di aver parlato al telefono con il leader libico Muammar Gheddafi che - ha riferito - gli ha detto di essere a Tripoli e che combatterà fino alla fine.

Secondo quanto riferito dall'agenzia di stampa Interfax, il presidente russo della Federazione internazionale degli scacchi (Fide), Kirsan Ilyumzhinov, ha riferito di aver avuto un breve colloquio telefonico con il rais.

"Sono vivo e sto bene. Sono a Tripoli e non ho nessuna intenzione di lasciare la Libia", ha dichiarato Gheddafi a Ilyumzhinov, secondo quanto riferito dallo scacchista.

Il presidente della Fide andò a Tripoli in giugno e giocò a scacchi con Gheddafi una partita che durò circa due ore e che venne ripresa e trasmessa dalla tv di stato libica lo scorso 13 giugno.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?