Navigation

Libia: Maroni, realistica previsione 50 mila profughi

Questo contenuto è stato pubblicato il 01 maggio 2011 - 12:31
(Keystone-ATS)

"In un giorno sono arrivati 3 mila profughi dalla Libia. Spero non accadrà, ma se continua così la mia previsione di 50 mila arrivi purtroppo si realizzerà ". Lo ha detto il ministro dell'Interno italiano Roberto Maroni parlando all'inaugurazione di una sede della Lega Nord.

Maroni ha tenuto a sottolineare che trattandosi di rifugiati in fuga da una guerra "non possono essere rimandati indietro finché c'è la guerra in Libia e la regola europea è che se i rifugiati arrivano in un paese devono rimanere lì.

Per l'accoglienza dei profughi in Italia, ha confermato Maroni, si utilizzerà il piano già concordato con le Regioni. "Il Ministero dell'Interno si occupa dei clandestini, che vanno rimpatriati - ha spiegato -. Per l'accoglienza dei profughi l'impianto del piano rimane quello che abbiamo concordato già con le regioni.

La gestione è della Protezione civile nazionale, attraverso quelle regionali, con un piano di sistemazione sul territorio che viene con le regioni". A chi gli chiedeva se si aspetti nuove polemiche da parte di regioni o città che non vogliano prendere parte all'accoglienza, Maroni ha replicato: "Tutti devono farsi carico con criteri oggettivi, in base alla popolazione residente", che sono già stati stabiliti da settimane.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?