Navigation

Libia: nuova protesta contro la Svizzera

Questo contenuto è stato pubblicato il 05 marzo 2010 - 19:01
(Keystone-ATS)

TRIPOLI - Sono tornati a puntare il dito contro la Svizzera, oggi pomeriggio in piazza Verde a Tripoli, un centinaio di manifestanti membri di associazioni di 'supporter' del Leader libico Muhammar Gheddafi.
Inneggiando alla Jihad contro la Svizzera, hanno letto dal palco allestito in piazza un comunicato in quattro punti nel quale si chiedono scuse ufficiali dalla Svizzera e sospensione immediata della lista di nomi - stilata da Berna - di personalità libiche alle quali è interdetto l'ingresso nei Paesi Schengen.
Nel documento si afferma inoltre di sostenere l'embargo economico contro la Svizzera e il rifiuto a trattare con Paesi solidali con la Confederazione elvetica.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?