Navigation

Libia: Sabrata; fuoco su manifestanti, decine di feriti

Questo contenuto è stato pubblicato il 26 febbraio 2011 - 18:34
(Keystone-ATS)

Decine di persone sono rimaste gravemente ferite dopo che un battaglione fedele al leader libico Muammar Gheddafi ha aperto il fuoco contro manifestanti nella città di Sabrata, a ovest di Tripoli. Lo riferisce il quotidiano libico Quryna.

Intanto un testimone ha riferito - e la la notizia non può essere confermata da fonti indipendenti - che "Mercenari" al soldo del regime del colonnello Muammar Gheddafi, elitrasportati a Misurata (terza città della Libia), hanno aperto il fuoco oggi sui manifestanti che stavano andando ai funerali delle vittime dei combattimenti di ieri.

Due elicotteri hanno fatto scendere "mercenari nella cittadella sportiva in costruzione, nel quartiere di Merbat" a Misurata, 150 chilometri a est di Tripoli, ha riferito il testimone. I mercenari - sempre secondo il testimone, che si è dichiarato oppositore di Gheddafi - poi hanno sparato sui parenti delle vittime di ieri, che stavano per entrare in una moschea.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?