Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Per sostenere le vittime del conflitto civile in Libia, la Confederazione ha inviato nella regione altri esperti e ha messo a disposizione della Croce Rossa Svizzera (CRS) mezzo milione di franchi quale aiuto urgente, per tende e coperte destinate ai rifugiati in Tunisia.

Nella giornata odierna sono state inviate o stanno per esserlo 3'000 coperte: in loco la CRS opera in stretta collaborazione con la Mezzaluna Rossa tunisina, a offrire la prima assistenza ai tunisini ammassati nella zona di confine con la Libia. Già nel fine settimana la CRS aveva fatto giungere sul posto, via aerea, numerose tende multiuso. Altre 200 tende saranno portate a Malta e messe a disposizione della locale Croce Rossa per l'allestimento di un campo profughi.

Domani in Tunisia giungerà uno specialista di bisogni umanitari, per rendersi conto della situazione e sostenere l'Organizzazione internazionale per le migrazioni (OIM), la quale registra i lavoratori fuoriusciti dalla Libia e organizza il rientro nei loro paesi. In Egitto è stata inviata una specialista di risorse idriche, che andrà ad unirsi a un team elvetico già sul posto.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS