Navigation

Lonza ha patito la forza del franco del 2010

Questo contenuto è stato pubblicato il 26 gennaio 2011 - 07:56
(Keystone-ATS)

Il gruppo basilese Lonza, attivo nel settore chimico e delle biotecnologie, ha risentito nel 2010 della forza del franco: ha registrato un utile netto di 284 milioni di franchi, in crescita dell'1,8% rispetto al 2009, ma in progressione del 10,4% a tassi di cambio costanti. Il fatturato è in calo dello 0,4% a 2,68 miliardi di franchi, a tassi costanti la crescita migliora del 3,3%.

L'utile operativo cala dell'1,6% a 374 milioni: il gruppo aveva previsto un risultato simile a quello del 2009 (380 milioni). Senza l'effetto dei cambi l'EBIT risulta in crescita del 5,8%, si legge in un comunicato della Lonza, che per l'anno in corso si attende "una crescita solida".

Il gruppo annuncia inoltre che intende far entrare nel consiglio di amministrazione Jean-Daniel Gerber, attuale direttore della Segreteria di stato dell'economia (SECO), che lascerà la funzione a fine marzo.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?