Navigation

Marche Blanche non ritira la sua iniziativa

Questo contenuto è stato pubblicato il 23 febbraio 2011 - 17:39
(Keystone-ATS)

Le misure proposte dal Consiglio federale per rafforzare la lotta alla pedofilia sono giudicate positivamente dall'associazione Marche Blanche, che non intende tuttavia ritirare la propria iniziativa in materia. "Peccato che si sia dovuto attendere così a lungo", ha detto la presidente Christine Bussat.

Marche Blanche consegnerà le firme raccolte dalla sua iniziativa - proprio oggi è stata superata quota 100 mila - nelle prossime settimane. Il testo chiede il divieto di esercitare una professione a contatto con bambini per tutti coloro che hanno abusato sessualmente di un fanciullo o di una persona dipendente.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.