Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

NEW YORK - La BP non esclude che possa slittare l'operazione di chiusura ermetica del pozzo petrolifero che sta continuando ad inquinare il Golfo del Messico, pur mantenendola in calendario per mercoledì mattina (il pomeriggio in Svizzera). Lo ha indicato un responsabile della multinazionale britannica in una conferenza stampa telefonica.
"Per quanto riguarda la chiusura del pozzo - ha detto Kent Wells, uno dei vicepresidenti della BP - il più presto sarà domani ma l'operazione potrebbe essere rinviata".
L'operazione, battezzata "top kill", consiste nel fermare il flusso di greggio, a 1'500 metri di profondità, con un getto di fango e detriti ad alta pressione, e quindi sigillare il pozzo con un tappo in cemento.
I responsabili della BP considerano che ci sono tra il 60 e il 70% di possibilità di farcela, ricordando che l'operazione, per la quale sarebbero stati necessari mesi di preparazione, è stata organizzata in poche settimane.

SDA-ATS