Navigation

Marea nera: Bp, nuovo ad annuncia riforma sicurezza

Questo contenuto è stato pubblicato il 29 settembre 2010 - 13:24
(Keystone-ATS)

LONDRA - Il nuovo amministratore delegato della British Petroleum ha annunciato piani per una vasta ristrutturazione della società in base alle lezioni apprese dopo il disastro del Golfo del Messico.
Bob Dudley, che venerdì prenderà il posto del controverso Ceo Tony Hayward, ha annunciato la creazione di una nuova unità "dotata di ampi poteri" responsabile della sicurezza, la revisione degli incentivi ai manager e ha confermato che Andy Inglis, il capo della divisione delle esplorazioni offshore in acque profonde lascerà la società.
Il pozzo Macondo esploso a metà luglio e che ha provocato l'eco-disastro della marea nera nel Golfo del Messico ricadeva sotto la gestione di Inglis.
"Questi sono i primi passi, i passi più urgenti per ridare fiducia in Bp, la fiducia della gente e dei governi, dei nostri dipendenti e di tutto il mondo", ha detto Dudley spiegando che a suo avviso l'urgenza maggiore è nei settori della sicurezza e della gestione del rischio.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?