Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Neppure otto ore di blocco del traffico sono riuscite a pulire l'aria di Milano dalle polveri sottili. Nella prima domenica a piedi del 2011 le concentrazioni di Pm10, certificate stamani dall'agenzia regionale per la protezione ambientale, sono rimaste al di sopra del limite consentito che l'Unione Europea fissa a 50 microgrammi per metrocubo: 52 in Città Studi, 62 al Verziere e 66 in via Senato.

Da 19 giorni consecutivi, dunque, l'aria di Milano è fuorilegge e, se il Comune non muterà orientamento, per almeno una settimana resteranno in vigore le nuove restrizioni sul traffico e sulle caldaie inserite nella fase due del piano antismog. A questo punto diventa sempre più probabile anche una nuova domenica a piedi per il 5 febbraio.

Da oggi il centro sarà chiuso alle auto che normalmente pagano Ecopass e negli edifici le temperature non dovranno superare i 19 gradi. Queste nuove disposizione rimarranno in vigore finché per 72 ore di fila gli agenti inquinanti disciolti nell'aria non ritorneranno entro le soglie di guardia.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS