Navigation

MO: Palestina all'ONU; leader Al Fatah chiede manifestazioni

Questo contenuto è stato pubblicato il 20 luglio 2011 - 18:00
(Keystone-ATS)

Dalla prigione israeliana in cui sta scontando una condanna all'ergastolo per terrorismo, Marwan Barghuti, popolare leader cisgiordano di Al Fatah, ha esortato i palestinesi a scendere nelle piazze in settembre, quando all'Onu sarà sottoposta la domanda di adesione di uno Stato palestinese.

Barghuti, in un comunicato pubblicato oggi, ha detto che l'iniziativa palestinese all'Onu è "un passo importante nella nostra lotta che richiede il sostegno di grandi manifestazioni popolari e pacifiche qui e nella diaspora, nei paesi arabi e musulmani e nelle capitali internazionali".

Questa, ha continuato, non è solo la battaglia dei leader politici e delle diverse fazioni palestinesi ma di tutto il popolo palestinese. Barghuti ha affermato poi che questa lotta impone l'unità e ha perciò esortato tutte le fazioni a superare i disaccordi che le separano.

Israele, ma anche gli Usa e alcuni paesi occidentali sono contrari all'iniziativa palestinese all'Onu, ritenendo che uno stato palestinese debba nascere da un negoziato diretto di pace.

Barghuti è stato segretario generale di al Fatah e uno dei leader più popolari in Cisgiordania prima di essere arrestato da Israele nel 2002 e condannato all'ergastolo nel 2004 per complicità in diversi attentati.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?