Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

CASTEL GANDOLFO - L'auspicio che la ripresa dei contatti diretti tra israeliani e palestinesi, in programma oggi a Washington "aiuti a raggiungere un accordo rispettoso delle legittime aspirazioni dei due popoli" è stato espresso durante l'incontro tra papa Benedetto XVI e il presidente israeliano Shimon Peres. Lo si afferma in un comunicato diffuso dalla sala stampa vaticana al termine dell'incontro.
"Circa la ripresa dei contatti diretti tra israeliani e palestinesi, in programma oggi a Washington - si legge nella nota vaticana - si è auspicato che essa aiuti a raggiungere un accordo rispettoso delle legittime aspirazioni dei due Popoli e capace di portare una pace stabile in Terra Santa e in tutta la Regione".
Durante i colloqui - aggiunge la nota - "è stata quindi ribadita la condanna di ogni forma di violenza e la necessità di garantire a tutte le popolazioni dell'area migliori condizioni di vita".
"Non è mancato un riferimento al dialogo interreligioso e uno sguardo d'insieme alla situazione internazionale". Infine, sono stati affrontati anche i nodi della situazione delle comunità cattoliche residenti nella regione e dei negoziati sull'accordo economico tra Israele e Santa Sede.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS