Navigation

Nobel Pace: assegnato a Liu Xiaobo

Questo contenuto è stato pubblicato il 08 ottobre 2010 - 11:28
(Keystone-ATS)

PECHINO - Il Premio Nobel 2010 è stato assegnato al dissidente cinese Liu Xiabo, che sta scontando una condanna ad 11 anni di carcere per "istigazione alla sovversione".
La status della Cina "come seconda economia mondiale le impone delle responsabilità": lo ha detto il presidente del Comitato per il Nobel Thorbjoern Jagland, spiegando le motivazione del Nobel per la Pace al dissidente in carcere.
Liu, che già aveva trascorso lunghi periodi in galera, è stato accusato di essere tra i promotori di Carta08, il documento favorevole alla democrazia che è stato firmato da oltre duemila cittadini cinesi. Liu era stato arrestato alla fine del 2008 ma la condanna gli fu inflitta nel giorno di Natale del 2009, probabilmente nella speranza di ridurre la copertura dei mezzi d'informazione occidentali.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.