Navigation

Nucleare: Francia e GB faranno insieme test alle loro armi

Questo contenuto è stato pubblicato il 02 novembre 2010 - 08:43
(Keystone-ATS)

PARIGI - Il presidente francese Nicolas Sarkozy e il premier britannico David Cameron firmeranno oggi a Londra un Trattato in virtù del quale i due Paesi potranno simulare a partire dal 2014 il funzionamento del loro arsenale nucleare in una installazione comune in Borgogna. Lo ha annunciato l'Eliseo.
Il nuovo centro di sperimentazione e simulazione - ha precisato la presidenza francese - sarà costruito su un sito esistente del Commissariato all'Energia Atomica (CEA) situato a Valduc, 45 km a nord ovest di Digione, comincerà a funzionare nel 2014 e sarà completato nel 2022.
Il centro permetterà a scienziati francesi e britannici di "standardizzare le prestazioni delle ogive e dei materiali nucleari" delle forze armate dei due Paesi, allo scopo di assicurare "la funzionalità e la sicurezza a lungo termine" dei rispettivi arsenali nucleari. Il nuovo laboratorio di Valduc sarà affiancato da un centro di ricerca franco-britannico comune che sarà installato ad Aldermaston, nel Regno Unito.
Questa "cooperazione senza precedenti", ha affermato l'Eliseo, si farà "nel rispetto totale dell'indipendenza delle forze di dissuasione dei due Paesi". "Non ci sarà 'doppia chiave' per le nostre armi nucleari - ha dichiarato una fonte governativa britannica - Non ci sarà condivisione dei nostri segreti nucleari".
Parigi e Londra hanno entrambe ratificato il Trattato di non proliferazione nucleare e quindi possono solo simulare in laboratorio il funzionamento delle loro testate atomiche.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?