Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

BERNA/BELLINZONA - Incomincerà come previsto in maggio la costruzione della nuova sede a Bellinzona del Tribunale penale federale (TPF): lo ha comunicato oggi la Cancelleria del canton Ticino. In precedenza il Dipartimento federale delle finanze aveva inserito il differimento dei lavori fra le possibili misure di risparmio del piano di consolidamento.
Ciò aveva sollevato un coro di proteste da parte del cantone, della città di Bellinzona e dei giudici, che negli ultimi giorni avevano scritto a Berna per evitare un rinvio: esso avrebbe infatti prolungato una situazione precaria e vanificato gli investimenti già stanziati.
Nella seduta di mercoledì, il Consiglio federale ha quindi fatto marcia indietro su proposta della ministra di giustizia Eveline Widmer-Schlumpf, ha indicato la Cancelleria in una nota. La consigliera federale ha informato oggi il Consiglio di Stato, che si dice "sollevato" della decisione ed esprime "vive gratitudine per la sua sensibilità nei confronti del Ticino".
Dal 2004 il TPF svolge le sue attività in uffici della polizia presi in affitto e in un'aula messa a disposizione provvisoriamente dal cantone. La sede definitiva sarà ubicata nel centro cittadino di Bellinzona, in Viale Stefano Franscini 5, e dovrebbe essere ultimata nel 2012. Gli investimenti stimati ammontano a 46,8 milioni di franchi: il 57% a carico della Confederazione, il resto del cantone e della città.

SDA-ATS