Navigation

Nuove misure per combattere gli hooligan

Questo contenuto è stato pubblicato il 19 agosto 2011 - 16:20
(Keystone-ATS)

Treni charter, controlli d'identità, biglietti combinati (treno e entrata stadio), standardizzazione delle tattiche di polizia e una revisione del concordato sugli hooligan dei cantoni: sono i punti chiave di un pacchetto di misure con cui gli enti pubblici vogliono mettere fine al tifo violento.

Le ultime tavole rotonde sull'argomento avevano deluso, per questo motivo la Conferenza dei direttori dei dipartimenti cantonali di giustizia e polizia (CDDGP), i rappresentanti dell'Ufficio federale di polizia (fedpol) e le FFS hanno preso in mano la situazione, presentando oggi delle soluzioni concrete.

Fra le modifiche da apportare al concordato figura anche l'inserimento dell'obbligo di approvazione per assistere alle partite di calcio e hockey delle massime divisioni e, se necessario, anche delle categorie inferiori. Lo ha reso noto il segretario della CDDGP Roger Schneeberger.

Le decisioni verranno sottoposte alla prossima riunione, che avrà luogo il primo settembre. All'incontro parteciperanno anche rappresentanti delle associazioni sportive e del Dipartimento federale della difesa, della protezione della popolazione e dello sport (DDPS).

Le tavole rotonde sul tema hanno visto luce nel 2007 e si svolgono due volte all'anno. Non si tratta comunque di incontri con poteri decisionali.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?