Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

BERNA - Una personalità che ha lasciato il segno sul movimento olimpico, un simbolo per tutti gli sportivi che sognavano una partecipazione alle Olimpiadi: questa la reazione della presidente della Confederazione Doris Leuthard alla notizia del decesso dell'ex presidente del CIO Juan Antonio Samaranch.
Da parte sua il consiglio di stato vodese ha espresso la sua profonda riconoscenza a Samaranch per quanto fatto a favore del cantone e di Losanna: nel 1994 il CIO ha attribuito alla città del Lemano lo statuto di "capitale olimpica".
Cordoglio è stato espresso anche da Jean-Daniel Mudry, direttore generale delle candidature olimpiche di Sion 2002 e 2006: Samaranch era un uomo molto cordiale che apprezzava la Svizzera, ha detto. Sotto la sua presidenza Sion avrebbe ottenuto i giochi, ha aggiunto.

SDA-ATS