Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

BERNA - I disoccupati in Svizzera sono oltre 170'000. Alla fine di dicembre le persone senza lavoro registrate presso gli uffici regionali di collocamento (URC) erano per l'esattezza 172'740, 8790 in più rispetto alla fine di novembre. Il tasso di disoccupazione in un mese è cresciuto di 0,2 punti percentuali fissandosi al 4,4%, indica oggi la Segreteria di Stato dell'economia (SECO). Rispetto a dicembre del 2008 il numero di disoccupati è aumentato di 53'978 unità (+45,5%).
Le turbolenze sui mercati finanziari internazionali hanno lasciato tracce evidenti sul mercato del lavoro svizzero. Dopo aver raggiunto, nel 2008, il suo valore mensile più basso e la media annua più bassa degli ultimi sei anni, il numero di disoccupati è complessivamente aumentato nel 2009 di oltre 50'000 unità in seguito alla recessione, spiega la SECO.
Nel corso dell'anno vi è stata una flessione della disoccupazione soltanto nel mese di maggio; tutti gli altri mesi sono stati caratterizzati da un aumento. Il mancato calo del numero di disoccupati che si osserva abitualmente tra febbraio e aprile e i valori insolitamente negativi registrati tra giugno e agosto hanno contribuito notevolmente all'aumento delle cifre della disoccupazione. In un anno il numero di disoccupati è passato da 118'762 unità a fine dicembre 2008 a 172'740 a fine 2009.
Nel 2009 il tasso di disoccupazione medio è risultato superiore rispetto all'anno precedente. In media le persone disoccupate registrate erano 146'089, ossia 44'364 unità in più (o 43,6% in più) rispetto all'anno precedente (101'725 persone). Il tasso di disoccupazione ha così raggiunto una media annua del 3,7% contro il 2,6% dell'anno precedente.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS