Navigation

Pakistan: Asia Bibi, proteste contro concessione grazia

Questo contenuto è stato pubblicato il 23 novembre 2010 - 08:37
(Keystone-ATS)

ISLAMABAD - Alcuni gruppi religiosi musulmani della provincia del Punjab hanno minacciato dure proteste contro la liberazione di Asia Bibi, la cristiana condannata a morte per blasfemia, e hanno messo in guardia il presidente Asif Ali Zardari dal concedere la grazia alla donna. Lo riporta oggi il quotidiano The Express Tribune.
"Ho chiesto al presidente di non cedere alle pressioni straniere" ha detto al giornale Qari Hanif Jallundari, rappresentante della scuola coranica Deobandi, considerata come quella che ha ispirato i talebani - avvertendo che ci potrebbero essere "ripercussioni negative" alla decisione.
Simili reazioni sono arrivate da associazioni sunnite moderate come quella della scuola Barelvi che ha annunciato dimostrazioni in tutto il Paese contro la concessione del perdono presidenziale che, secondo loro, Zardari avrebbe già concesso.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?