Navigation

Pakistan: diffusi due video della coppia svizzera rapita

Questo contenuto è stato pubblicato il 25 ottobre 2011 - 14:29
(Keystone-ATS)

A quattro mesi dal rapimento di una coppia di turisti svizzeri in Pakistan, i talebani hanno diffuso oggi due filmati degli ostaggi. I due bernesi, che mostrano alla telecamera un giornale del 15 settembre, chiedono che venga data risposta alle richieste dei rapitori. Le immagini sono datate, ma stando a fonti talebane citate dall'agenzia dpa, gli ostaggi sarebbero tuttora in vita.

In uno dei video la coppia chiede la liberazione sia di Aafia Siddiqui - una scienziata pachistana condannata negli Stati Uniti a 86 anni di detenzione per tentativo di omicidio nei confronti di uno degli inquirenti americani che la stava interrogando - sia di talebani incarcerati in Pakistan.

"Questa è una richiesta, una nuova richiesta alle autorità elvetiche, ma anche ai governi pakistano e statunitense", dichiara lo svizzero nel video. "Siamo ancora in pericolo". Se non si dovesse procedere a queste liberazioni, "rischiamo la vita", aggiunge.

La coppia, in vacanza in Pakistan, era stata rapita da uomini armati nel distretto di Loralai, a 170 km a ovest di Quetta, capitale del Balucistan. Una settimana più tardi un portavoce dei talebani aveva annunciato il trasferimento dei due nella vicina provincia del Waziristan del Sud.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?