Navigation

Pakistan: svizzeri rapiti trasferiti in Waziristan, fonti governative

Questo contenuto è stato pubblicato il 03 luglio 2011 - 13:19
(Keystone-ATS)

I due turisti elvetici rapiti venerdì in Pakistan nell'area di Killi Niga, a circa 250 km da Quetta, sono molto probabilmente stati trasferiti dai sequestratori nel sud del Waziristan, regione montagnosa del nord-ovest del Paese. È quanto riferisce l'agenzia AP riportando informazioni diffuse da fonti governative pakistane.

Intanto la portavoce della polizia cantonale bernese Daniela Sigrist ha indicato all'ats che l'uomo è un agente tuttora in servizio mentre la moglie lo è stata fino a qualche tempo fa, confermando una notizia in questo senso pubblicata oggi dal settimanale svizzerotedesco "SonntagsZeitung".

L'agenzia AP riporta dichiarazioni del ministro dell'interno della provincia meridionale del Balucistan Zafarullah Baloch, secondo cui è stato chiesto alle autorità e ai capo tribù del sud del Waziristan di contribuire alle ricerche dei due rapiti.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo