Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

ISLAMABAD - È in continuo aumento il bilancio nel duplice attacco condotto oggi da commando armati del movimento talebano Tehrik-i-Taliban Pakistan (Ttp) contro due moschee popolate di fedeli a Lahore. I morti sarebbero ora almeno 80, mentre i feriti sono più di un centinaio. Secondo fonti dei soccorritori e della polizia, la situazione sta lentamente tornando alla calma.
I militanti del Ttp sono passati all'offensiva a fine mattinata quando migliaia di fedeli della setta minoritaria Ahmadi, in conflitto con i musulmani sunniti, erano intenti a pregare nelle moschee dei quartieri di Garhi Shahu e di Model Town.
L'azione terroristica ha assunto ad un certo punto caratteristiche spettacolari, perché per qualche tempo gli attentatori sono riusciti a bloccare le uscite, dando l'impressione di poter tenere in ostaggio fino a 2.000 persone.
Ingenti forze di sicurezza sono giunte sul posto sferrando una controffensiva che ha avuto successo soprattutto nella moschea di Model Town, già attaccata nel marzo scorso, dove cinque dei sette membri del commando del Ttp sono stati uccisi.
Nel tardo pomeriggio, verso le 14.00 in svizzera, l'esercito pakistano ha annunciato di aver liberato tutti gli ostaggi intrappolati nelle due moschee. L'attacco è quindi durato almeno due ore.

SDA-ATS