Navigation

Pakistan: violenze a Karachi, oltre 1'500 morti in due mesi

Questo contenuto è stato pubblicato il 13 settembre 2011 - 09:30
(Keystone-ATS)

Negli ultimi due mesi 1'583 persone sono state uccise nella metropoli pachistana di Karachi a causa delle continue faide tra bande criminali rivali. Lo ha detto la polizia ai giornalisti locali, precisando che 468 sono vittime di assassinii politici.

Spiegando le misure per contrastare l'ondata di violenza nella grande città portuale, il vice ispettore Saud Mirza ha detto "che dal 18 agosto è stata adottata una nuova strategia insieme a tutte le forze dell'ordine, che ha portato all'arresto di numerosi gangster e al sequestro di ingenti quantitativi di armi".

In particolare, sono stati compiuti 2 mila raid e arrestate 1'478 persone. "Nel periodo dal 25 agosto al 9 settembre il tasso di omicidi è quindi sceso a tre al giorno" ha aggiunto.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?