Navigation

Pakistan:ucciso a Londra influente politico in esilio

Questo contenuto è stato pubblicato il 17 settembre 2010 - 07:11
(Keystone-ATS)

ROMA - Un influente politico pachistano che viveva in esilio a Londra dalla fine degli anni '90 è stato ucciso ieri nella capitale. Lo riferiscono i media britannici on line.
La Bbc, che cita i leader del suo partito, riferisce che Imran Farooq, è stato assassinato all'esterno della sua abitazione nel nord di Londra, a Green Lane, Edgware.
La polizia metropolitana ha reso noto che un uomo di 50 anni è morto nel pomeriggio dopo essere stato ripetutamente accoltellato e che presentava anche ferite alla testa: è deceduto mentre il personale medico cercava di soccorrerlo sul luogo dell'aggressione.
Farooq era - secondo leader del partito contattati in Pakistan dalla Bbc - uno dei fondatori del partito Mqm (Muttahida Qaumi Movement), anti-talebano e maggioritario nella metropoli pachistana di Karachi, e che rappresenta soprattutto i musulmani di lingua urdu giunti dall'India. Sempre secondo i compagni di partito, non era mai tornato in Patria da quando era giunto in Inghilterra.
Farooq era ricercato dalle forze di sicurezza pachistane e contro di lui, secondo l'agenzia britannica Press Association, pendevano accuse di attività criminali e anche di terrorismo. Dopo aver vissuto nascosto a Karachi - come disse egli stesso - per sette anni, apparve nel 1999 in Gran Bretagna, dove chiese asilo politico, affermando che le accuse rivoltegli erano motivate politicamente.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.