Navigation

Portogallo: al via trattative per formazione nuovo governo

Questo contenuto è stato pubblicato il 08 giugno 2011 - 17:32
(Keystone-ATS)

Sono iniziate formalmente oggi a Lisbona le trattative per la formazione del nuovo governo portoghese fra i leader del Psd Pedro Passos Coelho, vincitore delle politiche di domenica, e del Cds, il secondo partito del centrodestra, Paulo Portas.

I negoziati sono stati avviati da un vertice questa mattina fra Passos Coelho e Portas. I colloqui proseguiranno nei prossimi giorni fra i due partiti. La formazione del nuovo governo è prevista per la fine della settimana prossima, in modo da consentire a Passos Coelho di partecipare nella veste di nuovo premier al prossimo vertice Ue di Bruxelles il 23 giugno.

Il Psd ha vinto le elezioni politiche anticipate con il 38,6% dei voti, davanti al Ps del premier dimissionario Josè Socrates, che domenica notte ha annunciato di lasciare tutti gli incarichi pubblici, con il 28%, e al Cds all'11,7%. I due partiti del centrodestra - che fanno parte del Ppe - hanno insieme una maggioranza di 129 deputati su 230 nel parlamento unicamerale di Lisbona. Il nuovo governo dovrà pilotare il paese attraverso l'attuale crisi finanziaria ed economica, la più grave dalla fine della dittatura nel 1974, e applicare il duro giro di vite imposto da Ue e Fmi in cambio del salvataggio da 78 miliardi di euro concesso per evitare al paese la bancarotta.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?