Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il progetto di "supercantone" dell'Arco giurassiano - composto da Neuchâtel, Giura e Giura bernese - ha superato una nuova tappa oggi, con la creazione di un'associazione a Le Noirmont (JU). L'obiettivo è di conferire maggiore visibilità al progetto.

"L'associazione si impiegherà successivamente a trovare nuove adesioni", ha indicato all'ATS Jean-Claude Crevoisier, uno dei promotori dell'ambizioso progetto. L'associazione vuole pure studiare le azioni suscettibili di convincere la popolazione che la creazione di un "supercantone" non è un'utopia.

I partigiani di un'entità regionale hanno già lanciato in ottobre un manifesto, volto ad ottenere l'appoggio e la firma di almeno 60 personalità delle sfere politiche, economiche e culturali.

Secondo i suoi promotori, la fusione fra i due cantoni Giura e Neuchâtel e il Giura bernese consentirebbe di creare un cantone dotato di maggior peso sul piano federale, con servizi pubblici efficienti e una fiscalità più attraente. La nuova entità permetterebbe simultaneamente di superare lo scoglio della Questione giurassiana.

L'idea non ha però riscontrato grande entusiasmo nel Giura: sia il governo che il parlamento si sono espressi in modo negativo nel giugno 2010. Per il Giura, la priorità risiede tuttora nella risoluzione della Questione giurassiana. A Neuchâtel, il Consiglio di Stato si è detto "aperto" alla discussione. Il Canton Berna non si è ancora ufficialmente pronunciato.

L'idea di un "supercantone" era stata emessa agli inizi degli anni Novanta dal sindaco di La Neuveville (BE) Jacques Hirt ed è stata rilanciata in tempi più recenti dal consigliere di Stato neocastellano Jean Studer.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS