Navigation

Questione giurassiana: Giura bernese per "statu quo", voto in vista

Questo contenuto è stato pubblicato il 27 maggio 2011 - 16:28
(Keystone-ATS)

La creazione di un nuovo cantone composto dal Giura e dal Giura bernese non rappresenta la migliore soluzione per risolvere la "questione giurassiana": lo ritiene il Consiglio del Giura bernese (CJB), prendendo posizione oggi sul rapporto dell'Assemblea intergiurassiana (AIJ) relativo al futuro della regione. Il governo bernese prospetta una votazione popolare già nel 2013.

Secondo il CJB, l'organo che rappresenta gli interessi del Giura bernese, lo "statu quo" è preferibile, a condizione tuttavia che il Giura bernese disponga di una maggiore autonomia in seno al canton Berna. Una soluzione presa in considerazione dall'AIJ con la denominazione "statu quo+".

Il CJB non si oppone peraltro allo svolgimento di una consultazione popolare, ma auspica di conoscerne le modalità prima di esprimersi al riguardo. Il Consiglio ha impartito ai governi giurassiano e bernese la scadenza della fine dell'anno per negoziare tali modalità, una soluzione appoggiata sia dai membri probernesi che dagli autonomisti dell'assemblea, composta di 24 rappresentanti eletti.

Prendendo atto della presa di posizione del CJB, il governo bernese ha fatto sapere che una "consultazione popolare regionale volta a regolare politicamente il conflitto giurassiano" potrebbe intervenire già nel 2013. In tale prospettiva, il governo bernese dovrà creare un'apposita base legale.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.