Navigation

Ragazzino scomparso nel Comasco ritrovato a Zurigo

Questo contenuto è stato pubblicato il 08 giugno 2011 - 16:44
(Keystone-ATS)

E' stato ritrovato a Zurigo e già consegnato alla famiglia Nicola, il ragazzo italiano di 14 anni scomparso da una settimana a Locate Varesino, nel Comasco. Lo rende noto in un comunicato il Centro di Cooperazione di Polizia e Doganale di Chiasso (CCPD). In precedenza la notizia era stata anticipata dal sito della RSI, ma mancava il riconoscimento ufficiale.

Nicola si era allontanato da casa il primo giugno e i genitori avevano denunciato immediatamente il fatto ai Carabinieri di Mozzate (CO). Nei giorni a seguire il ragazzo, come aveva riportato la stampa, aveva fatto perdere le proprie tracce, abbandonando lo zaino ed il cellulare.

La polizia ticinese, dopo una segnalazione, ha avverto i colleghi di Zurigo i quali e a loro volta hanno fatto sapere di avere fermato martedì un minore che vagava per la città. Il ragazzo avrebbe dichiarato agli agenti di chiamarsi Bleiss Nicolas, di essere orfano dei genitori e di essere scappato da Bari.

La versione fornita dal ragazzo non ha però convinto gli agenti di Zurigo, che hanno preso visione delle foto inoltrate dal CCPD. Questa mattina Nicola è stato nuovamente fermato e di fronte all'evidenza delle foto, non ha esitato ad ammettere la propria identità. Ha raccontato di essersi volontariamente allontanato da casa, per presunti dissapori con i familiari. E' stato quindi consegnato ai genitori, recatisi nel frattempo a Zurigo.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?