Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

NEUCHÂTEL - Lieve aumento dell'inflazione in Svizzera nel 2010: il rincaro annuo medio si è infatti attestato allo 0,7%. In dicembre, l'indice dei prezzi al consumo è invece rimasto stabile rispetto al mese precedente. Lo indica oggi l'Ufficio federale di statistica (UST).
Nel 2009, per la prima volta dal 1959, il rincaro annuo medio era stato negativo (-0,5%), mentre nel 2008 l'inflazione si era attestata al 2,4%.
Già in settembre la Banca nazionale svizzera (BNS) aveva detto di attendersi un tasso di inflazione annuo dello 0,7% per il 2010. Per il 2011, la BNS ha previsto un rincaro dello 0,4% e per il 2012 dell'1%.
Più in dettaglio l'UST rileva che sull'arco del 2010 i prezzi dei prodotti indigeni sono aumentati dello 0,6%, quelli dei prodotti importati dello 0,9%.
Inflazione invariata a dicembreDurante il mese di dicembre, l'indice dei prezzi al consumo è rimasto invariato a 104,2 punti (dicembre 2005 = 100). Questo risultato è dovuto a tendenze in parte contrastanti che alla fine si compensano, osserva l'UST. Rispetto al mese precedente, sono cresciuti i costi dei trasporti (+1%), dell'insegnamento (+0,5%), del tempo libero e della cultura (+0,3), nonché di ristoranti ed alberghi (+0,2%).
La progressione dell'indice dei trasporti è riconducibile principalmente all'aumento dei prezzi delle FFS e dei mezzi pubblici regionali, come pure al rincaro del carburante. Rispetto a novembre, i costi della benzina e del diesel sono cresciuti rispettivamente del 2,3% e dell'1,8%. Per quel che riguarda l'insegnamento, l'incremento è dovuto all'aumento delle tasse di iscrizione semestrali in tutti i livelli scolastici.
Sono invece diminuiti i prezzi di indumenti e calzature (-0,8%), a causa dei saldi, nonché dei prodotti alimentari (in particolare agrumi, banane, diversi tipi di ortaggi e di carne) e delle bevande analcoliche (-0,6%). In leggero calo (-0,1%) anche i prezzi dei mobili, degli articoli e dei servizi per la casa, dei medicinali, nonché di altri beni e servizi.
Nuova base per il calcoloL'indice dei prezzi al consumo è stato calcolato per l'ultima volta sulla base di dicembre 2005 (= 100). A partire da gennaio 2011, l'indice sarà misurato secondo una nuova base, ovvero quella di dicembre 2010 (= 100), annuncia oggi l'UST.
"Con l'aggiornamento della base, l'indice dei prezzi al consumo terrà conto della revisione 2010, che si è concentrata sull'indice degli affitti, sul miglioramento degli adattamenti di qualità di diversi prodotti, nonché sull'aggiornamento del paniere tipo", precisa l'Ufficio federale di statistica.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS