Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

BRUXELLES - La Commissione europea ha preso "la decisione di principio" di aprire una procedura d'infrazione contro la Francia per mancato rispetto della legge europea sul caso dello smantellamento dei campi Rom.
La Commissione - ha riferito la portavoce Pia Ahrenkilde Hansen - ha valutato che la Francia non ha trasposto in modo corretto nella sua legislazione nazionale la direttiva sulla libera circolazione dei cittadini europei e ha quindi deciso "che invierà una lettera di messa in mora" contro il governo di Parigi, se questo non si metterà in regola entro la metà di ottobre.
Per quanto riguarda invece la mancata applicazione della direttiva sulla discriminazione sulla base della nazionalità o etnica la Commissione europea ha "preso nota delle assicurazioni ricevute" dalla Francia, "al più alto livello politico" il 22 settembre. E al contempo ha preso atto che la circolare "etnica" inviata il 5 agosto ai prefetti francesi "non era conforme" alle norme di non discriminazione, ma che "essa è stata annullata e rimpiazzata".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS