Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

MOSCA - Un giudice del tribunale di Mosca impegnato contro i naziskin, Eduard Ciuvashiov, è stato ucciso stamane con colpi d'arma da fuoco sparati a distanza ravvicinata mentre stava uscendo dalla sua abitazione, in una zona centrale della capitale.
Lo riferisce l'agenzia Interfax citando una fonte delle forze dell'ordine, precisanto che l'assassinio è avvenuto ad un km dalla sede del governo e a poche centinaia di metri da Moscow City, la cittadella finanziaria.
Secondo una fonte investigativa, Ciuvashov si era occupato di processi contro i naziskin, numerosissimi a Mosca e in tutta la Russia: proprio nei giorni scorsi si era concluso un secondo processo a carico di tre giovani membri di un gruppo ultranazionalista accusati di tentati omicidi a sfondo etnico e già condannati precedentemente per delitti della stessa natura.
Il giudice era stato minacciato anche su alcuni siti di gruppi estremisti ultranazionalisti.

SDA-ATS