Navigation

Russia: Strasburgo attacca Mosca, non c'è pluralismo

Questo contenuto è stato pubblicato il 07 luglio 2011 - 16:34
(Keystone-ATS)

Le autorità russe non stanno rispettando la Convenzione europea per i diritti dell'uomo e non stanno garantendo un adeguato pluralismo in vista delle elezioni parlamentari di dicembre. È l'attacco rivolto oggi a Mosca dal Parlamento europeo. L'aula di Strasburgo ha approvato una risoluzione in cui chiede al governo russo di consentire una missione internazionale per monitorare le elezioni.

Gli eurodeputati hanno sottolineato che in Russia "ci sono veri e propri ostacoli al pluralismo politico". Un particolare riferimento è stato fatto al Partito delle libertà del popolo, a cui non è stato consentito presentarsi alle elezioni.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.