Navigation

Scontro treni a Döttingen (AG): macchinista ha ignorato segnale

Questo contenuto è stato pubblicato il 09 agosto 2011 - 15:54
(Keystone-ATS)

La causa dello scontro fra un treno regionale e una locomotiva per convogli merci avvenuta ieri alla stazione di Döttingen (AG) è stata chiarita. Al momento di lasciare la stazione, il macchinista del treno regionale non ha rispettato un segnale che indicava la via chiusa.

Sulla base dei primi elementi dell'inchiesta aperta dalla procura di Brugg-Zurzach, la causa dell'incidente è da imputare ad un "errore umano", indica oggi la polizia argoviese in una nota. I danni materiali superano il milione di franchi.

Il bilancio dei feriti è intanto stato ridimensionato. Ieri si era parlato di una dozzina di persone che lamentavano dolori alla nuca e di un uomo trasportato in ospedale con un elicottero della Rega con sospette lesioni alla schiena.

Tutti i feriti sono stati nel frattempo dimessi, precisa oggi la polizia. Diverse persone, fra i 30 passeggeri del convoglio, sono state accompagnate in vari ospedali per accertamenti. Due persone sono state trattenute in osservazione durante la notte ed anche queste ultime hanno lasciato questa mattina l'ospedale.

L'incidente è avvenuto alle 12.10. La locomotiva di FFS Cargo, che procedeva senza carri, ha urtato lateralmente all'altezza di uno scambio il treno regionale proveniente da Baden (AG) e diretto a Waldshut (D), località tedesca di confine. La prima carrozza del convoglio regionale, un treno spola "Colibrì", ha deragliato.

La tratta ad un solo binario fra la stazione di Siggenthal-Würenlingen (AG) e Koblenz (AG), al confine con la Germania, è stata riaperta al traffico questa mattina.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?