Navigation

Sfruttavano minorenni in Calabria, 16 fermi

Questo contenuto è stato pubblicato il 28 giugno 2011 - 08:45
(Keystone-ATS)

I carabinieri italiani hanno eseguito in Calabria, in provincia di Cosenza, un'operazione contro lo sfruttamento della prostituzione minorile, arrestando 16 persone. L'operazione rappresenta il seguito di quella che, nello scorso mese di marzo, denominata come quella odierna, Flesh Market (Mercato della carne) si era concretizzata con l'arresto di altre otto persone.

Alcune delle minorenni coinvolte nel giro di prostituzione avevano appena 12 anni quando hanno avuto i primi incontri con i loro "clienti", soprattutto commercianti ed imprenditori che pagavano somme più alte in caso di incontri con ragazze che non avevano mai avuto esperienze sessuali. Due ragazze, che sono tra le persone arrestate, da vittime sarebbero poi diventate carnefici, avviando alla prostituzione persino le sorelle più piccole pur di trarne profitto.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?