Navigation

Siria: attivisti, 32 i morti nel venerdi di proteste

Questo contenuto è stato pubblicato il 16 luglio 2011 - 09:30
(Keystone-ATS)

Sono almeno 32 i civili uccisi ieri dalle forze di sicurezza siriane nel corso dell'ennesimo venerdi di proteste contro il regime del presidente Bashir el Assad.

Nella sola capitale Damasco i morti sono stati 23. Lo hanno reso noto fonti del Comitato di coordinamento, uno dei gruppi che organizza le manifestazioni che si susseguono dallo scorso marzo.

Dall'inizio delle contestazioni anti-Assad, quello di oggi è il bilancio più pesante fatto mai registrare nella capitale siriana. La nuova ondata di repressione ha indotto l'opposizione ad annullare una 'conferenza di salvezza nazionale' che doveva tenersi nel quartiere di Qaboun, a Damasco, dove le forze di sicurezza hanno fatto 14 morti, stando a quanto ha detto all'agenzia Reuters Walid al-Bunni, uno dei leader dell'opposizione.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?