Navigation

Siria: attivisti, ieri almeno 100 morti, 55 civili

Questo contenuto è stato pubblicato il 31 gennaio 2012 - 09:36
(Keystone-ATS)

È di almeno un centinaio di morti, di cui almeno 55 civili uccisi dalle forze di sicurezza, il bilancio delle violenze di ieri in Siria, secondo quanto afferma oggi l'organizzazione d'opposizione Osservatorio siriano dei diritti umani.

Secondo l'Osservatorio, dei 55 civili uccisi, 40 sono morti a Homs e dintorni, 9 a Deraa, cinque nei sobborghi di Damasco, dove ieri le forze di sicurezza di Bashar Al Assad hanno condotto una massiccia campagna per riprendere il controllo del territorio, e una a Idleb, nel nord-ovest.

Fra le persone uccise, precisano gli attivisti, vi sono almeno 10 soldati disertori, sei membri delle forze di sicurezza e 25 soldati dell'esercito regolare siriano.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?