Navigation

Siria: carri armati entrano a Homs e Tafas

Questo contenuto è stato pubblicato il 08 maggio 2011 - 14:19
(Keystone-ATS)

Forze armate siriane appoggiate nella loro azione da carri armati sono entrati in nottata in due quartieri di Homs, terza città siriana, e a Tafas, una città di 30'000 abitanti vicina a Deraa.

Si tratta della prima incursione compiuta in aree residenziali di Homs. Le milizie di Assad sono penetrate alle 02.00 ore locali nei quartieri di Bab Sebaa e Bab Amro: il crepitio delle mitragliatrici e il rumore dei bombardamenti è stato udito in tutta la città, ha riferito un attivista. Almeno otto carri armati e centinaia di soldati sono stati dispiegati nella città venerdì.

Quanto a Tafas, gli abitanti hanno detto che alle 06:00 almeno otto carri armati sono entrati in città. Testimoni hanno aggiunto di aver udito colpi d'arma da fuoco e di aver visto soldati e poliziotti fare irruzione nelle case per arrestare dei giovani.

Intanto l'emittente tv qatariota al-Jazira, citando un giornalista di Damasco, Thabet Salem, afferma che il governo siriano starebbe pensando di organizzare una "conferenza per il dialogo nazionale" che riunisca rappresentanti dei partiti politici e della società civile, indipendentemente dalle loro posizioni, filogovernative o anti-regime.

Secondo la fonte, il piano del governo prevede un mese di negoziati su un programma di riforme e quindi una conferenza per approvare l'esito delle trattative. "Questa è una buona notizia", ha commentato il giornalista con l'emittente. "Mi auguro che venga resa pubblica al più presto e forse porrà fine alla carneficina in atto nel paese."

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?