Navigation

Siria: Onu, più di 10mila in fuga verso Libano e Turchia

Questo contenuto è stato pubblicato il 13 giugno 2011 - 19:33
(Keystone-ATS)

Più di 10mila siriani sono fuggiti dal loro Paese a causa della repressione del regime del presidente Bashar al-Assad e hanno trovato rifugio in Libano e in Turchia. Lo ha riferito oggi all'Onu il capo delle operazioni umanitarie dell'Onu, Valerie Amos.

"Sono profondamente inquieta per la violenza degli ultimi mesi in Siria, in seguito alla quale sono morte 1.200 persone e hanno spinto altre 10mila a lasciare il Paese" ha detto Valerie Amos. "Rivolgo un appello al governo (siriano) affinché rispetti i civili e si astenga dal fare ricorso all'uso della forza contro manifestanti pacifici" ha dichiarato.

La rappresentante dell'Onu ha precisato che circa cinquemila rifugiati hanno già lasciato la Siria per il Libano, e altrettanti per la Turchia.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.