Navigation

Siria: Turchia; Angelina Jolie due ore mezza dai profughi

Questo contenuto è stato pubblicato il 17 giugno 2011 - 18:35
(Keystone-ATS)

È durata circa due ore e 40 minuti la visita che Angelina Jolie, la star di Hollywood ambasciatrice Onu per i rifugiati, ha compiuto oggi nella tendopoli di profughi siriani a Altinozu nel sud della Turchia. Durante la visita svoltasi al riparo degli obiettivi di gran parte dei media fra le tende all'interno di grandi capannoni di un ex tabacchificio, centinaia di profughi hanno scandito in arabo slogan quali "È scritto con armi russe: Bashar traditore della Siria", "Il popolo vuole abbattere il sistema" e, in turco "Grazie Turchia". Sono state sventolate una bandiera siriana e una, grande, turca.

Lo striscione che ha accolto la Jolie all'ingresso della tendopoli "Buon angelo del mondo, benvenuta". Il minivan all'interno del quale l'attrice si è allontanata con una folta scorta si è diritto in direzione Hatay dove, secondo indiscrezioni, la attende un volo privato per Istanbul. Viene escluso quindi che l'attrice possa visitare altre tendopoli situate a molti chilometri di distanza o in un altra direzione.

Nel paese di 8.200 abitanti c'erano molte persone del luogo a vedere l'arrivo e la partenza della Jolie anche dai tetti delle case vicine, tutti stracolmi.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.